Laghi di Monticchio

laghi di monticchioI Laghi di Monticchio sono situati alla falda sud occidentale del monte Vulture, occupando le bocche crateriche dell'antico vulcano, protetti da una cortina verdissima di faggi, castagni, ontani, frassini, acèri e tigli; sono due laghi vulcanici di forma circolare situati a circa 700 metri sul livello del mare e pur comunicando tra loro, presentano un singolare contrasto cromatico, infatti il Lago Piccolo presenta un colore verdastro mentre il Lago Grande verde oliva..

Continua

Flora e Fauna

I boschi che si affacciano sulle sponde dei laghi di Monticchio, brulicanti di faggi, castagni, ontani, frassini, acèri e tigli, sono l'habitat di una rarissima specie endemica di farfalla notturna più propriamente la Acanthobrahmaea Europaea..

I laghi appaiono come due gemme che di giorno riflettono i bagliori della natura verdeggiante plasmandosi e confondendosi con essa, di notte danno vita a paesaggi di grande suggestione.

Il Lago Grande, invece, ha un fondale fangoso e delle sponde molto meno ripide del bacino più piccolo, e queste caratteristiche morfologiche conferiscono alle acque un colore tendente al marrone. Il Lago Grande, inoltre, è caratterizzato dalla massiccia presenza di banchi di alghe filamentose e piattaforme di ninfee..

Continua

Abbazia di San Michele

Abbazia di San Michelela storia narra che intorno al decimo secolo arrivarono nella zona dei laghi dei monaci Basiliani, che qui insediarono un centro monastico.La Badia fu eretta su una grotta scavata nel tufo, nei pressi della quale sono stati ritrovati depositi votivi risalenti al IV-III secolo a.C. L'abbazia passò poi ai benedettini (che la abbandonarono nel 1456), ai cappuccini (che fondarono una biblioteca e un lanificio) e, nel 1782 all'ordine militare costantiniano, che ne fu proprietario fino al 1866. L'intero complesso è costituito da un convento a più piani, una chiesa settecentesca e la cappella di S. Michele.

Continua